Svolgimento di un controllo delle urine

Notifica e identificazione

Immagine:
01_Aufbieten&Identifikation

Il personale addetto al controllo (DCO) si qualifica e informa Alex, che è stato selezionato per un controllo. Lo ragguaglia riguardo alla notifica e all’imminente controllo. Quindi gli spiega quali siano i suoi diritti e doveri. Il personale addetto al controllo verifica l’identità di Alex per mezzo della carta d’identità o della patente di guida. Apponendo la propria firma sul verbale di controllo, Alex conferma d’aver ricevuto la notifica al controllo antidoping e di essere a conoscenza dei relativi diritti e doveri.

Zona d’attesa e di controllo

La zona d’attesa e la zona adibita al controllo sono separate. Nella zona d’attesa Alex può mangiare e bere, ma non nella zona di controllo. Durante il tempo d’attesa non sono ammesse né docce, né bagni, poiché la prima minzione d’urina è già prevista subito dopo la notifica.

Nella zona di controllo, oltre al personale addetto al controllo, sono ammessi soltanto: Alex (l’atleta da controllare), se lo desidera una persona di sua fiducia, ed eventualmente osservatori dell’AMA o auditor di Antidoping Svizzera. Alex viene informato sullo svolgimento del controllo. In aggiunta al campione di urine può anche essere effettuato un prelievo del sangue (vedi svolgimento del controllo del sangue). Nella zona di controllo Alex sceglie un contenitore per la raccolta delle urine, debitamente imballato e intatto. Devono essere disponibili almeno tre contenitori.

Immagine:
02_Kontrollbereich_AuswahlBecher

Raccolta dell’urina

Immagine:
03_Urinabgabe

Non appena Alex è pronto viene accompagnato da un addetto al controllo dello stesso sesso alla raccolta dell’urina. Se l’infrastruttura lo permette, prima di produrre il campione, si chiederà a Alex di lavarsi le mani, ma solo con acqua, senza usare sapone. In seguito, Alex toglierà il contenitore dalla confezione ed eliminerà l’imballaggio.

Prima della minzione, Alex deve spogliarsi dalla vita alle ginocchia e dal polso al gomito, alfine di impedire qualsiasi manomissione del campione. Per l’analisi sono necessari almeno 90 ml di urina. Nel verbale di controllo, al ritorno nella zona di controllo viene annotata la quantità d‘urina emessa.

Casi particolari – Sigillatura intermedia

Qualora Alex non fosse in grado di produrre in una volta i 90 ml di urina richiesti, si dovrà procedere a una sigillatura intermedia: il campione parziale verrà conservato nel flacone B e il numero della sigillatura intermedia registrato nel verbale. Alex rimane sotto sorveglianza fino alla prossima minzione. Non appena Alex sarà in grado di produrre un'ulteriore quantità̀ di urina si procederà analogamente a quanto predetto. Quando avrà prodotto almeno 90 ml i singoli campioni parziali verranno riuniti e travasati (vedi sopra).

Immagine:
03_1_Zwischenversiegelung

Scelta del kit di controllo

Immagine:
04_Auswahl_Kontrollset

Alex sceglie un kit di controllo, debitamente imballato. Devono essere disponibili almeno tre kit e l’imballaggio dev’essere intatto. Se Alex non fosse soddisfatto del kit selezionato, potrà sceglierne un altro, sempre accertandosi che sia intatto.

Il kit contiene due flaconi: uno per il campione A (etichetta rossa) e uno per il campione B (etichetta blu), ciascuno singolarmente imballato in pellicola sigillante. Il codice numerico sulla confezione, sui flaconi e sui tappi dev’essere identico.

Travaso dell’urina

Dapprima Alex versa circa 30 ml di urina nel flacone B, cioè fino al bordo inferiore dell’etichetta blu. Dopo versa almeno 60 ml nel flacone A con l’etichetta rossa. Il resto viene poi versato, in parti uguali, in entrambi i flaconi. Alex versa lui stesso l’urina nei flaconi. La densità del campione viene controllata per mezzo dell’urina rimasta nel bicchiere di raccolta. Se fosse insufficiente, dovrà produrre un altro campione.

Immagine:
05_Abfüllen

Chiusura dei flaconi

Immagine:
06_Verschliessen

Alex chiude i due flaconi con i rispettivi tappi a vite, senza forzare. Dopo che i tappi sono stati avvitati, non sarà più possibile riaprirli. Nel laboratorio i tappi verranno aperti con uno speciale utensile, non saranno mai più utilizzabili. Alex depone quindi i due flaconi nei sacchetti di plastica, muniti di «Liquids Absorber», e li sigilla.

Verbale di controllo

La persona addetta al controllo iscrive nel verbale i dati richiesti, il codice numerico, la data e l’ora del prelievo del campione. Al laboratorio non giungerà alcuna informazione che permetterebbe di risalire all’identità di Alex. Per agevolare le analisi in laboratorio, sarebbe utile indicare nel verbale eventuali farmaci assunti nei sette giorni che precedono il controllo.

Immagine:
07_Protokoll

Sigillatura

Immagine:
08_Versiegelung

Alex deposita quindi i campioni di urina nell’apposito imballaggio e li sigilla con un nastro di sicurezza.

Firma e conclusione del controllo

Alex si accerta che le altre parti del verbale siano state debitamente e correttamente compilate. Qualora volesse aggiungere eventuali osservazioni o contestazioni riguardo al controllo, dovrebbe annotarle in questa fase. La persona addetta al controllo, eventuali persone di accompagnamento e da ultimo Alex, firmano il verbale di controllo. L’apposizione delle firme attesta che il controllo è stato eseguito conformemente alle regole. Alex riceve una copia del verbale del controllo, che dovrà conservare accuratamente.

Immagine:
09_Unterschrift&Abschluss

Spedizione e analisi

Immagine:
10_Versand

Ultimato il controllo, i campioni verranno spediti al laboratorio, dove dapprima verrà analizzato il campione A. Antidoping Svizzera comunicherà a Alex il risultato del controllo antidoping per mail o per posta.