Le NADO di primo piano chiedono riforme più rapide e più profonde

|
Kategorie:
Relazioni pubbliche

I leader internazionali dell'antidoping si uniscono alla comunità degli atleti ed esigono dall'AMA ad andare oltre e più velocemente verso una riforma significativa dell'antidoping.

  • I leader internazionali dell’antidoping riconoscono i passi per la riforma fatti dal nuovo presidente dell'AMA, e sperano di collaborare con i responsabili dell'AMA per allinearsi con gli atleti andando "oltre e più velocemente" per un'AMA indipendente e forte;
  • A quattro anni da quando i leader antidoping hanno stabilito l'agenda per la riforma antidoping dopo lo scandalo del doping in Russia, pubblicando la Dichiarazione di Copenhagen, i leader affermano che gli eventi recenti dimostrano che il ritmo del cambiamento deve andare oltre e più velocemente;
  • I leader chiedono all’AMA come regolatore globale di condurre un'indagine approfondita sulla recente destituzione del Direttore Generale della RUSADA, Yuri Ganus, se ci sono state interferenze nelle decisioni operative e nelle attività di un'organizzazione antidoping indipendente da parte dei leader sportivi;
  • I leader hanno anche discusso il grande impatto della pandemia COVID-19 sui programmi di controllo in tutto il mondo e si sono impegnati a fare tutto ciò che è in loro potere per garantire che questa pandemia non influisca sui diritti degli atleti puliti che porteranno ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo della prossima estate.

Comunicato stampa delle agenzie nazionali (inglese)