Esenzioni a fini terapeutici (EFT)

Ci sono situazioni in cui le atlete e gli atleti, per motivi terapeutici, devono ricorrere a una sostanza proibita o a un metodo proibito ai sensi della Lista del doping. Per queste situazioni le norme antidoping prevedono un’esenzione a fini terapeutici: EFT (inglese: Therapeutic Use Exeption, TUE).

Assistente EFT

L’assistente EFT pone le domande pertinenti e vi aiuterà a stabilire se, quando e a chi occorre indirizzare la domanda di EFT.

Urgenze mediche

In una situazione di emergenza medica la salute è prioritaria. Le terapie d’emergenza dovrebbero essere effettuate senza indugio, anche se a tale scopo vengono utilizzate sostanze o metodi proibiti secondo la Lista del doping. La domanda di EFT va inoltrata non appena lo stato di salute lo consenta. Questo vige a livello nazionale e internazionale.

Ulteriori informazioni sulle urgenze mediche

Regolamenti EFT nazionali e internazionali

L’Agenzia mondiale antidoping definisce le norme relative all’EFT in uno Standard Internazionale (ISTUE). Inoltre, le federazioni internazionali e le organizzazioni nazionali antidoping definiscono le norme vigenti per le proprie aree di competenza. Lo stesso vale per gli organizzatori di eventi importanti (ad es. CIO, IPC, FISU).

A livello internazionale potrebbe quindi essere richiesto un altro iter rispetto a quello nazionale. Chi prevede una partecipazione a competizioni internazionali dovrà informarsi quanto prima sulle norme da osservare presso la federazione internazionale di competenza. È importante tener conto che competizioni internazionali (soggette al regolamento delle federazioni internazionali) possono anche svolgersi in Svizzera.

Antidoping Svizzera definisce le norme vigenti a livello nazionale nelle Prescrizioni d’esecuzione concernenti le esenzioni a fini terapeutici 2015.

EFT anteriore

Una domanda di EFT anteriore significa che dev’essere inoltrata in modo che l’EFT, a tutela dell’atleta in questione, sia approvata prima di iniziare la terapia. Questo, affinché, non rischi di violare le norme antidoping a causa di una somministrazione terapeutica iniziata anzitempo. Le EFT anteriori possono essere richieste dalla federazione internazionale, dal CIO, dal IPC, dalla FISU o anche da Antidoping Svizzera. L’assistente permette di stabilire chi deve inoltrare una domanda EFT anteriore.

EFT retroattiva

I regolamenti EFT prevedono che certe atlete e certi atleti non debbano essere in possesso di un’EFT valida prima dell’inizio della terapia. Detti atlete e atleti possono inoltrare la domanda di EFT retroattivamente, cioè dopo un eventuale controllo antidoping.

Gli accertamenti medici devono essere stati effettuati prima dell’inizio della terapia e documentati da un medico. Anche il decorso della terapia e della malattia devono essere documentati dal medico. Per un'EFT retroattiva, occore inoltrare la predetta documentazione medica esaustiva deve essere presentata. L’assistente EFT permette di stabilire chi può inoltrare una domanda EFT retroattiva.

Aiuto e contatto

Non esitate a contattarci per qualsiasi domanda o ulteriori informazioni.

Contatto